giovedì 31 maggio 2012

love me tender


angeli

Non posso essere sola,
mi viene a visitare
una schiera di ospiti,
non sono registrati,
non usano la chiave,
non han né vesti, né nomi,
né climi, né almanacchi,
ma dimore comuni,
proprio come gli gnomi,
messaggeri interiori
ne annunciano l'arrivo,
invece la partenza
non è annunciata, infatti
non sono mai partiti.

Emily Dickinson
 

chiedo scusa


Chiedo scusa al caso se lo chiamo necessità.
Chiedo scusa alla necessità se tuttavia mi sbaglio.
Non si arrabbi la felicità se la prendo per mia.
Mi perdonino i morti se ardono appena nella mia memoria.
Chiedo scusa al tempo per tutto il mondo che mi sfugge a ogni istante.
Chiedo scusa al vecchio amore se do la precedenza al nuovo.
Perdonatemi, guerre lontane, se porto fiori a casa.
Perdonatemi, ferite aperte, se mi pungo un dito.
Chiedo scusa a chi grida dagli abissi per il disco col minuetto.
Chiedo scusa alla gente nelle stazioni se dormo alle cinque del mattino.
Wislawa Szymborska

per sempre


lunedì vado

la segretaria del prof.che mi aveva dato appuntamento per il 26 luglio mi ha mandato un sms ieri per dirmi che si è liberato un appuntamento per lunedì.
ovvio che ho accettato.
così,lunedì pomeriggio tornerò nel suo studio di roma,e spero di sentirmi dire qlc di rassicurante.
intanto,ieri sera ho avuto una bruttissima discussione con mia figlia e quindi non ho fatto l'automassaggio,e poi oggi il mio umore è più nero del solito,ho pensieri indicibili,rabbia,frustrazione,e ce l'ho con me stessa.
ce l'ho con me stessa,mi rendo conto di essere troppo fragile nei confronti della vita,e questo non va bene,ma non riesco a cambiare.
forse qualcosa nel mio dna mi impedisce di farlo,forse qualcosa non va nelle mie sinapsi...
mi sento in colpa,nei confronti di mia figlia,a cui(pare)non so dare serenità:come posso,se non ce l'ho nemmeno io?
ma ce la metto tutta,giuro,ogni giorno,per trovare il lato bello delle cose,per vedere il bicchiere mezzo pieno,per essere felice di ciò che ho ed apprezzarlo,anzichè pensare a ciò che non ho....
ma certe volte proprio non ce la faccio.
lei è così arrabbiata con me,e io faccio fatica a darle torto...

è arrivato

LE PETITE E' ARRIVATO.

è decisamente delizioso,

sa di ciliege e legni profumati...buonissimo!

E'IL MIO PROFUMO PER L'ESTATE...

mercoledì 30 maggio 2012

siamo agli sgoccioli

scuola quasi finita,siamo tutte col fiato corto,la faccia stravolta nonostante il trucco,ma fingiamo allegria e ogni tanto ci ripetiamo: DAI CHE E'QUASI FINITA.
se,quasi finita.
è proprio adesso che siamo alla frutta che viene il bello...c'è la recita da fare(quest'anno ci hanno tirato dentro con l'inganno...) uno spettacolo megagalattico in un vero teatro,quasi un'ora e mezza di canti balli e poesie,una matineè per le scuole,e una soireè per le famiglie...(spero di aver scritto bene,il francese non l'ho studiato)
e poi tutti i documenti(leggi registri e agende varie) da riempire(sì lo so che si dovrebbero compilare in itinere,ma se non lo fa quasi nessuna di noi...un motivo ci sarà!)
i documenti di valutazione(le schede,insomma)da scrivere.
i ragazzini da tenere calmi,perchè ormai siamo tutti un po' fuori di testa,e reggere otto ore a scuola è diventata un'impresa titanica..(poveracci...)
insomma,ultimi giorni sudatissimi,perchè è anche caldo,e nel cortile della mia scuola c'è solo un pezzettini misero d'ombra e tutto il resto è SOLE SPIETATO.
vabè,
meglio non pensarci.
e sto anche prendendo due compresse di lyseen al giorno:MI TAGLIA LE GAMBE,e in certi momenti ho una sensazione di mancamento..
meno male che prendo il guaranà...sennò non starei in piedi.
GIURO.

day and night

ieri ho scritto un post molto frivolo,direi...superfluo.
ma ero così elettrizzata dal fatto che le cose,a proposito del mio pavimento pelvico,andassero meglio che mi sono voluta concedere un attimo di LEGGEREZZA,da condividere con voi che mi leggete.
oggi,è di nuovo quasi buio,e so anche il perchè...
no,la salute va benino,sto mettendo in pratica i consigli preziosi delle mie amiche cisti-girl,che hanno prontamente risposto con precisione e competenza a tutti i miei dubbi:mi sento meno sola.
ieri in seduta parlavamo di questo e la mia psy mi racconta della figlia di una sua amica che soffre di cistiti da tanto tempo,e ha visto un sacco di medici,e alla fine"le hanno detto che era una cosa psicologica".
OHIBO'.
e tutto quello che ho detto per anni a proposito di contratture,dolore pelvico cronico,infezioni ripetute,vulvodinia e vestibolite?
niente da fare:non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
non è un PROBLEMA PSICOLOGICO,è una NEUROPATIA,e di conseguenza si cura come ogni altra malattia.
è chiaro:la componente psicosomatica interviene in qualsiasi tipo di problema fisico.
sarebbe assurdo asserire che la gastrite non abbia basi psicosomatiche...
però,NON E'CHE QUESTA STORIA DELLA CONTRATTURA DEI MUSCOLI PELVICI SIA UN FATTO PSICOLOGICO E STOP.
'sta cosa mi fa incazzare.
e' il tipico atteggiamento di chi NON SA DI COSA STIAMO PARLANDO,e non lo vuole nemmeno sapere.
mah...sarà che ormai ne ho sentite tante di storie di donne liquidate dai medici che dicono loro"il problema è nella sua testa,signora",che non ne posso più.
e poi.


poi c'è la mia vita che grida un bisogno di libertà ormai sempre più prepotente...e vorrei fare tutte quelle cose che non ho potuto fare finora,ma che desidero da tanto.
una piccola vacanza con un'amica.
imparare a pattinare.
riprendere a scrivere.
riprendere a tradurre.
riprendere a fare progetti.
alcune di queste cose richiedono disponibilità di tempo,che devo assolutamente pretendere di avere.
mio marito mi HA CONCESSO una sera libera ogni due settimane(mia figlia va a dormire da lui il sabato sera due volte al mese)
gli ho chiesto:e perchè non tutti i sabati?
e lui: perchè io ho tante cose da fare,lavoro tutta la settimana.
ah.
ecco.
io,invece,no...?

martedì 29 maggio 2012

le petite robe noire

Sono una appassionata dei profumi di Guerlain,
da sempre...
Ne ho tanti,
nelle loro preziose bottiglie-gioiello..
che colleziono anche vuote,
è l'unico lusso che ancora mi permetto..
Questo profumo è nato due anni fa,
e su un giornale lessi che era arrivato in Italia,
ma era un errore,
infatti
si poteva trovare solo in Francia,
e così...
ci rinunciai.
Oggi,
su Elle,
ho trovato la foto della splendida bottiglia:
le petite robe noir
(il vestitino nero)
è finalmente arrivato in Italia...
L'HO COMPRATO SUBITO.
ONLINE.
(la boccetta da 30 ml,
 più grande non posso....)


Un preziosissimo 
piccolo
grande 
regalo che mi sono fatta.
DA SOLA.

lunedì 28 maggio 2012

it's my life,don't you forget


IL MIO SPAZIO (MI ESPACIO)



la qualità dell'audio purtroppo non è buona,
ma il video è straordinario,
come il film,d'altronde.
"LA FELICITA'PORTA FORTUNA"
da vedere.

IL MIO SPAZIO

stretta in un angolo

mi sento assediata,da una parte c'è chi mi odia così tanto da non riuscire più a distinguere la realtà dalle sue proiezioni distorte dalla rabbia e dal rancore.
dall'altra un uomo che sembra fortissimo invece è così fragile da non sopportare il minimo "trauma"all'interno della nostra storia,che è comunque UNA STORIA,volenti o nolenti.
mi sento stretta in un angolo,e ho la tentazione fortissima di chiudere tutte le porte,per un  po'.
mi sento "ferita",piena di lividi e dolorante,ma la colpa è la mia: non sono capace di mettere paletti,e proteggere me stessa da coloro i quali mi urlano(a voce o per iscritto)la loro incapacità di relazionarsi in maniera adulta e civile con me.
dovrei smettere di scrivere?
dovrei cancellare il mio blog perchè è fonte di contrasti violenti,tra me, il mio passato e il mio presente?
devo cancellare il mio profilo su fb,perchè anche quello mi sta creando problemi,e succedono cose strane,anche lì?
mi chiedo
perchè non posso semplicemente avere la mia vita e scrivere le MIE cose senza incorrere nei rimbrotti,nei pistolotti e nelle offese rabbiose di qualcuno che (dopo tutto quello che ci siamo vomitati addosso negli anni)ha ancora voglia di straparlare??????
questo LUOGO VIRTUALE E'MIO.IL MIO SPAZIO.
ne faccio ciò che voglio,e non mi piace che mi si dica "non fare questo,non fare quello"
non ti piace?non ci venire.
non ti piace?chissenefrega.
non ti piace?problemi tuoi.

domenica 27 maggio 2012

"quando la notte"di cristina comencini

Ho appena finito di vedere il film di Comencini "Quando la notte",e mi sono commossa,accidenti!
era tanto che non piangevo vedendo un film...si vede che sono in un periodo particolarmente delicato...
Poi sono andata a cercare nel web e ho trovato un articolo di Repubblica nel quale si dice che durante la proiezione ci sono state addirittura risate nei momenti drammatici della pellicola da parte di alcuni cronisti e di addetti ai lavori che assistevano alla proiezione.
Trovo la cosa molto scorretta,perchè cmq i commenti vanno espressi alla fine del film,non durante.In questo modo si danneggia il film stesso e la percezione che gli altri ne hanno.
Voglio dire che sono una grande ammiratrice di FilippoTimi,che considero tra i più bravi e versatili interpreti del cinema(e del teatro)italiano,anzi:IL MIGLIORE.
Anche se in questo film l'ho trovato un po'troppo"sopra le righe",forse non abbastanza calato nella parte.
Riporto di seguito un pezzo della recensione tratta da Repubblica.it:il film ha infatti tratta(anche)il tema della maternità,e delle difficoltà che spessissimo le madri si ritrovano ad affrontare,in certi casi estremi con esiti drammatici.


La maternità difficile. E' il tema che sta più a cuore alla Comencini: "Le donne sanno perfettamente cos'è in realtà la maternità, ma nessuno lo dice. Agli uomini fa schifo parlarne. E' un sentimento fortissimo, che però ti strozza. Dietro il cappello dell'istinto materno, c'è il fatto che all'inizio essere mamma è un colpo. Pochi romanzi o film ne parlano. Mentre a  me piace raccontare l'ambivalenza dei sentimenti, la fatica della solitudine che è di entrambi i personaggi: perché non dobbiamo dimenticare il ruolo dell'uomo, che si mette tra la mamma e il bambino".  E su eventuali affinità col caso Cogne: "Non ci avevo pensato, forse ha agito a livello inconscio".


Locandina Quando la notte

l'amore trasparente


klimt


Szymborska


Foglietto illustrativo

Sono un tranquillante,
Agisco in casa,
funziono in ufficio,
affronto gli esami,
mi presento all'udienza,
incollo con cura le tazze rotte -
devi solo prendermi,
farmi sciogliere sotto la lingua,
devi solo mandarmi giù
con un sorso d'acqua.
So come trattare l'infelicità,
come sopportare una cattiva notizia,
ridurre l'ingiustizia,
rischiarare l'assenza di Dio,
scegliere un bel cappellino da lutto.
Che cosa aspetti -
fidati della pietà chimica.
Sei un uomo (una donna) ancora giovane,
dovresti sistemarti in qualche modo.
Chi ha detto che la vita va vissuta con coraggio?
Consegnami il tuo abisso -
lo imbottirò di sonno.
Mi sarai grato (grata) per la caduta in piedi.
Vendimi la tua anima.
Un altro acquirente non capiterà.
Un altro diavolo non c'è più.

persepolis(il film)


prima del temporale




un giovanissimo Ruggeri canta una canzone bellissima e struggente...

venerdì 25 maggio 2012

dedicata ad O.






"Mucchi di mondi, grappoli di stelle...
sfoggio di universo mica per noi..
Stiamo vicini... pelle contro pelle...
e poi, mia vita, salvati se puoi!"

 Patrizia Valduga

Marjane Satrapi


Pollo alle prugne

Dopo il grande successo di pubblico e di critica, un'altra graphic novel iraniana di
Majane Satrapi. Da questo libro è stato tratto il film Pollo alle prugne diretto da Vincent Parronaud e dalla stessa Satrapi. "L'opera della maturità di Marjane Satrapi." Le Monde "L'autrice alterna l'ironia alla tragedia, mostrando la meravigliosa sensibilità di chi sa raccontare con sincerità assoluta." la Repubblica "La voce della Satrapi è ingegnosamente semplice, proprio come il suo stile grafico. L'effetto comunicativo è immediato ed efficace, come se scrivesse a un amico." The New York Times Book Review.

pollo alle prugne


sillogismi(woody insegna)


Wislawa Szymborska


Perdonami, speranza braccata, se a volte rido.
Perdonatemi, deserti, se non corro con un cucchiaio d'acqua.
E tu, falcone, da anni lo stesso, nella stessa gabbia,
immobile con lo sguardo fisso sempre nello stesso punto,
assolvimi, anche se tu fossi un uccello impagliato.
Chiedo scusa all'albero abbattuto per le quattro gambe del tavolo.
Chiedo scusa alle grandi domande per le piccole risposte.
Verità, non prestarmi troppa attenzione.
Serietà, sii magnanima con me.
Sopporta, mistero dell'esistenza, se strappo fili dal tuo strascico.
Non accusarmi, anima, se ti possiedo di rado.
Chiedo scusa al tutto se non posso essere ovunque.
Chiedo scusa a tutti se non so essere ognuno e ognuna.
So che finché vivo niente mi giustifica,
perché io stessa mi sono d'ostacolo.
Non avermene, lingua, se prendo in prestito parole patetiche,
e poi fatico per farle sembrare leggere.

klimt


tenerezza

O.è venuto a trovarmi.
che gioia poterlo abbracciare,mi pare un secolo che non ci vedevamo...mi guarda con grande tenerezza,mi tiene tra le braccia e mi parla,e mi chiede un sorriso.
la cosa più bella di lui è che mi legge dentro,e non ho bisogno di sforzarmi per spiegargli: lui capisce,e sa.
ho paura di perderlo,anche se bisogna mettere in conto tutto,in questa vita.
carpe diem,appunto.
e io  ci sto provando.

carpe diem


the big kahuna(monologo)


a futura memoria

ho ripreso in mano i miei diari degli ultimi tre anni.
ho dovuto,perchè ogni tanto questa mia maledetta incapacità di CHIUDERE  una porta,quando è evidente che si debba chiudere per forza,mi costringe ancora a fare i conti col mio passato prossimo...o remoto...
allora,ho riletto pagine di tre,due anni fa,un anno fa.
e in queste pagine ho trovato risposte che avevo dimenticato,fatti,ricordi,pensieri,considerazioni fondamentali,che avevo rimosso.
ho tanto amato,ho tanto sofferto,poi ho capito che se le cose stavano andando in una certa direzione,era un fatto NATURALE.
l'amore finisce,e io ne avevo preso atto tanto,tanto tempo fa.
ma ad un certo punto me ne sono dimenticata.
forse perchè perdere qualcuno fa cmq male,forse perchè LASCIAR ANDARE, certe volte, è molto più difficile che TENERE.
questo post non vuole dire niente di nuovo,ma solo ribadire a me stessa ciò che avevo dimenticato:
non sono stata abbandonata da un giorno all'altro,ma è stato un processo lento ed inesorabile di deterioramento di un rapporto:succede.
le ragioni sono tante e ne ho straparlato fin troppo.
basta fare la vittima.
NON CI SONO VITTIME,QUI.
ma solo una bella storia che ad un certo punto è finita.
mettere un punto,per andare a capo....


dentro l'nferno

dopo tre giorni di sofferenza,mi sono dovuta arrendere all'antibiotico.
ma il problema vero,è:CI SONO DI NUOVO DENTRO CON TUTE LE SCARPE.
O.ieri mi ha chiamato ma stavo così male che non ho risposto,avrei pianto tutto il tempo al tel e NON VOLEVO FARLO.
così,stamattina l'ho chiamato io,visto che mi sembrava di avere l'umore lievemente meno nero,e l'ansia momentaneamente sotto controllo,ma non ha risposto lui.
poi gli ho mandato un sms.
NIENTE.
capisco.
siamo di nuovo alla crisi.
non credo di farcela ad affrontare anche QUESTO.
mi arrendo,I GIVE UP.
non ce la faccio più.
il mio neuro urologo ha risposto alla mia richiesta di un appuntamento più a breve rispetto al 26 luglio,che è molto facile che si liberi un posto prima di quella data:CI VUOLE UN PO'DI FORTUNA.
e di seguire i consigli che mi ha dato quando sono stata da lui.
certo.
ma adesso che è crisi conclamata,IO CHE FACCIO?
prendo l'antibiotico,ovvio.
e come glielo spiego a O.che mi sento così giù e così demoralizzata che non ce la faccio nemmeno a parlare?a spiegare?a dire,traducendo in parole,tutta la mia rabbia e la delusione di essere ancora,ANCORA,dentro questo inferno?

mercoledì 23 maggio 2012

morrissey


la maledizione continua

ho telefonato per prendere un appuntamento con il mio neuro-urologo:me lo ha dato per 26 luglio.
cioè:io sto male e sbatto la testa al muro per il dolore e l'appuntamento è tra due mesi?????
dovevo aspettarmelo,è sempre stato così.
però la segretaria mi ha detto che se si libera un posto prima di quella data,mi contatta.
INCROCIAMO LE DITA.
nel frattempo potrei sempre fare un'urinocoltura e prendere un  antibiotico,per accorciare i tempi della sofferenza.
nn so.
magari mi riceve prima,e mi rassicura un po'.
UFFAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!

martedì 22 maggio 2012

blucobalto


the magic


"LONTANO"di K.Kavafis

Dire vorrei questo ricordo... Ma
s'è così spento... quasi nulla resta:
lontano, ai primi anni d'adolescenza, posa.

Pelle di gelsomino...
E la sera d'agosto (agosto fu?)
Ormai ricordo appena gli occhi: azzurri, forse...
Oh, azzurri, sì! Come zaffiro azzurri.

pulizie di tarda primavera

continua il costruttivo gioco "riduci in nastrini le mail vecchie",sono arrivata alla terza cartellina,me ne mancano altre dieci.
ogni giorno scendo a buttare due o tre buste piene di bellissime striscioline di carta al riciclaggio...i miei gatti ci vanno pazzi,come ne cade una in casa se ne appropriano e fanno i matti.
la pila di cartelline diminuisce in altezza,e dentro di me il peso si allegerisce: è direttamente proporzionale.
entro pochi giorni sarà scomparsa del tutto.

AT LAST.

perchè sei un essere speciale,ed io avrò cura di te


la cura

proprio ieri mattina ho ordinato al tel i prodotti che mi aiutano a tenere a bada "il mostro",e oggi all'ora di pranzo sono arrivati.
un barattolone di mannosio,le lavande,la crema,e anche gli stick per misurare alcuni parametri chimici delle urine.
e prima di mettermi a cucinare,ho chiamato LUI,anche per aggiornarlo sulla situazione,visto che non gli avevo ancora detto niente.
mi fa:"stavo pensando a te,e ti stavo chiamando adesso"......sono andata in brodo di giuggiole...*_*
mi dice che ha "fatto"due nuovi clienti,e questa è una bella notizia,anche se ha ancora molte cose da risolvere,e gli racconto i fastidi,la preoccupazione,il fatto che ho dovuto riprendere la cura...
mi dice di stare tranquilla e mi fa ancora tante domande su questa cosa,anche se ne abbiamo parlato tantissimo,e spesso,da quando ci conosciamo.
è bello poter condividere i tuoi problemi.con qualcuno che tiene a te...
ed era tanto che non mi succedeva!
e poi lui è così POSITIVO,e mi tranquillizza.
e continuamente mi dice:abbi fiducia in te,e non permettere mai a nessuno di trattarti male,perchè il tuo benessere viene prima di tutto e di tutti:tu sei importante.
e non è una cura anche questa,dopotutto?

                                                     
.

lunedì 21 maggio 2012

che stress

la cistite è "un mostro" che da anni mi accompagna...
per mesi se ne sta acquattata,nascosta,silente,per poi saltare fuori con tutta la sua odiosa invadenza,a ricordarti che no,non sei più come prima,non sei più una donna come tutte le altre,ma sei una donna che soffre di "cistiti recidivanti",una "cisti-girl",come si denominano ironicamente le donne iscritte ad un sito che si chiama

CISTITE.INFO

di cui ho già parlato nel mio blog splinderiano,e su cui ho trovato conforto,competenza,aiuto psicologico,e informazioni utilissime per combattere il mostro.
sono una CISTI-GIRL,ormai lo so e cerco di non farmi prendere dal panico quando sento che LEI torna,o perlomeno,ci prova.
sono attrezzata per combatterla,ho le mie bustine di mannosio,ho le testimonianze di chi ce l'ha fatta ad uscirne,e di chi sta combattendo ancora.
ho le nozioni scientifiche che mi permettono di SPIEGARMELA E SPIEGARLA ad altre donne,o a chiunque fosse interessato a saperne di più.
forse dovrei tornare dal mio neuro-urologo,ma non mi decido...
è come dirmi che ci sono ancora dentro,e io non mi ci voglio sentire.
eppure,LEI ancora mi rovina la festa,il giorno dopo che ho trascorso ore meravigliose di coccole e carezze con qualcuno di speciale...*_* 
ed eccola lì,che mi sbeffeggia e mi dice:
COSA CREDEVI?SONO ANCORA QUI.
ma non posso e non voglio permettere a questo mostro di condizionarmi l'esistenza.
perchè ora che ho ripreso a SENTIRMI VIVA,non voglio tornare indietro.

epperò,
accidenti,
che stress.

domenica 20 maggio 2012

W.Szymborska


Tutto

Tutto -
una parola sfrontata e gonfia di boria.
Andrebbe scritta fra virgolette.
Finge di non tralasciare nulla,
di concentrare, includere, contenere e avere.
E invece è soltanto
un brandello di bufera.

invenzioni geniali

IL DISTRUGGI-DOCUMENTI:

il distruggi-documenti è un apparecchietto compatto ed elementare che si attacca alla corrente e ingoia fogli restituendoli sotto forma di graziose striscioline.

ho finalmente fatto pulizia nell'armadio: centinaia di mail da far sparire,sono finite nel cassonetto della raccolta della carta,ridotte a striscioline.
GENIALE...*_*

sabato 19 maggio 2012

sogni

stanotte ho fatto un sogno angoscioso.
era appena finita una festa in un grande salone,e stavano andando via tutti,quando scoppia un incendio,e crollano muri,la gente urla scappa,corre via.
quando posso rientrare,trovo macerie e distruzione ovunque,e il mio gatto rosso mi viene incontro,sano e salvo.
gli chiedo:"Chicco,ma Trilly,dov'è?"(Trilly è la mia gatta nera)...
lui mi guarda,e si incammina per le stanze,a passo sicuro,e mi porta fino ad un buco nel pavimento,dentro il quale,nascosta e terrorizzata,c'è la mia adorata gatta nera:è ustionata e sanguinante.
la raccolgo con la massima delicatezza,avvolgendola in un asciugamano azzurro,lei geme piano per il dolore.
esco da lì,Chicco mi precede sempre,come per indicarmi la strada
trattengo le lacrime:la mia gatta si salverà?
la porto a casa,e mi chiedo se sia meglio portarla in ospedale o chiamare il dottore,e nel frattempo mi faccio coraggio e tolgo piano l'asciugamano: trilly non c'è più,al suo posto c'è un bambino che è nella mia scuola ma non nella mia classe,si chiama Mathias e ha un grave handicap mentale,e cammina con difficoltà.
lui ha le stesse ustioni e ferite che aveva la mia gatta.
non mi sorprendo affatto di trovarlo lì,dentro l'asciugamano,è come se ci fosse sempre stato lui,e non la gatta.
lo prendo e lo porto in ospedale.
il sogno finisce.

è molto strano,ma è la seconda volta che sogno Trilly ferita da fuoco:nell'altro sogno(di alcuni anni fa)era mio marito che la metteva nel forno acceso,ridendo...io gli urlavo che sarebbe morta,che era pericoloso,ma lui minimizzava dicendo che se la gatta avesse sentito dolore avrebbe miagolato,e l'avremmo tirata fuori...
vedo le fiamme nel forno e corro a spalancare lo sportello:lei si lancia fuori e si accascia sul pavimento della cucina,anzichè essere nera è diventata tutta bianca,con alcune zone del corpo bruciate.

perchè Trilly?perchè il fuoco?

ancora,vinicio e l'amore


frammento in prosa

Non sono solo Sogni tutti i Fatti
 non appena ce li lasciamo alle spalle?

E.Dickinson

R.Tagore


Vieni come sei, non indugiare a farti bella. 
Se la treccia s'è sciolta dei capelli, 
se la scriminatura non è dritta, 
se i nastri del corsetto non sono allacciati, 
non badarci. 
Vieni come sei, non indugiare a farti bella. 

Vieni sull'erba con passi veloci. 
Se il rossetto si disfà per la rugiada, 
se gli anelli che tintinnano ai tuoi piedi 
si allentano, se le perle della tua collana 
cadono, non badarci. 
Vieni sull'erba con passi veloci. 
Non vedi le nubi che coprono il cielo? 
Stormi di gru si levano in volo 
dall'altra riva del fiume 
e improvvise raffiche di vento 
passano veloci sulla brughiera. 
Le greggi spaurite corrono agli ovili. 
Non vedi le nubi che coprono il cielo? 

Invano accendi la lampada della tua toeletta- 
la fiamma vacilla e si spegne nel vento. 
Chi può accorgersi che le tue palpebre 
non sono state tinte d'ombretto? 
I tuoi occhi sono più neri delle nubi. 
Invano accendi la lampada della tua toeletta. 

Vieni come sei, non indugiare a farti bella. 
Se la ghirlanda non è stata intrecciata, che importa; 
se il braccialetto non è chiuso. lascia fare. 
Il cielo è coperto di nuvole - è tardi. 
Vieni come sei; non indugiare a farti bella. 

scivola,vai via(dal film"non ti muovere")


adesso è primavera anche quando piove

il mio regime di alimentazione bilanciata ha dato splendidi risultati:in tre mesi sono dimagrita quattro chili e,essendo io alta q.b.,si vedono tutti.
ora,posso rimettermi jeans,vestitini aderenti,camicette che nn porto da anni...
ora,posso pensare addirittura di indossare un costume da bagno,e andare AL MARE.
ieri sono arrivati i sandali estivi che ho ordinato online: bellissmi,neri con le striscioline che fasciano il piede,il tacco alto ed il plateau...UNA FAVOLA.
sto respirando,di nuovo,dopo un attimo di smarrimento...ma può capitare,no?
come quando l'equilibrista cammina sul filo teso e ha quel momento in cui...si sbilancia...muove le braccia nell'aria,si ferma,recupera la stabilità,e poi riprende il cammino,sicuro di sè,anzi: più sicuro di prima.
ieri una mia collega mi ha fermata nel corridoio per dirmi che mi vede RILASSATA,e con la pelle luminosa,ho ringraziato,e sorriso:sarà l'idea che la scuola sta per finire?
effettivamente da fuori nn si percepisce la fatica che sto facendo per arrivare all'8 giugno.
ma manca davvero poco,e ho grandi progetti per questa estate!
niente di faraonico,ma l'importante è avere obiettivi,avere sogni,avere desideri.
ora,
è primavera tutti i giorni.
*_*


venerdì 18 maggio 2012

sull'amore

Quando desideri con tutto il cuore che qualcuno ti ami,
dentro ti si radica una follia 
che toglie ogni senso 
agli alberi,all'acqua e alla terra.
E per te non esiste più nulla,
eccetto quell'insistente,
profondo,amaro bisogno.
Ed è un sentimento comune a tutti,
dalla nascita alla morte.

D.Welch

words

-sei così dolce,così appassionato,così tenero....

-basta,dai...

-perchè?

-ma perchè non serve.

polly jean and thom


i baci

la fretta
la voglia
             i  baci
le labbra
la lingua
il respiro
ti voglio
le mani
il collo
              i baci
i capelli tra le mani
le gambe che fremono
i sensi accesi
(da quanto tempo...)
               i baci
abbracciami
la sete
la fame
il corpo
tutto intero
che parla
che sente
                i baci
il cuore accelera,
corre,
respiri
sospiri
tienimi,
e poi:

amami sempre così................. 

giovedì 17 maggio 2012

alessandro mazzà

Vivere abbastanza per capire per cosa.
Aver fatto tutte le vite che erano possibili.
Aver scritto abbastanza poco per capire per chi.
Ridisegnare tutte le strade che riesci ad abbracciare con le parole.
Abbracciare e piegare ogni parola una volta per ogni nuova strada in attesa.
Regalare un secchio di sorrisi ad ogni povera attesa.
Mettere una trappola in ogni verso.
Mettere un appiglio in ogni verso.

il nemico (A.Rimbaud)




La mia giovinezza non fu che una oscura tempesta, traversata qua e là da soli risplendenti; tuono e pioggia l'hanno talmente devastata che non rimane nel mio giardino altro che qualche fiore vermiglio.
Ecco, ho toccato ormai l'autunno delle idee, è ora di ricorrere al badile e al rastrello per rimettere a nuovo le terre inondate in cui l'acqua ha aperto buchi larghi come tombe.
E chissà se i fiori nuovi che vado sognando troveranno, in un terreno lavato come un greto, il mistico alimento cui attingere forza...
O dolore,o dolore, il Tempo si mangia la vita e l'oscuro Nemico che ci divora il cuore cresce e si fortifica del sangue che perdiamo.



senza titolo

............................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................almeno x ora no............................................................................................................







mercoledì 16 maggio 2012

emily


Molta follia è divino buon senso
per chi sa vedere.
Molto buon senso, completa la follia.
Ma è la maggioranza che prevale,
in questo come in tutto il resto.
Acconsenti? Sei sano di mente.
Obietti? Sei pericoloso, e certo
si farà bene a incatenarti subito.

quello che le donne non dicono


minaccia pioggia,anzi:tempesta

oggi scrivo per me,perchè sono stanca e vorrei tante coccole,e carezze e abbracci....
oggi scrivo perchè sono delusa da me stessa e da quello che ho combinato in questi pochi giorni.
tralascio il racconto,per pudore.
sono arrabbiata con me,perchè faccio cose stupide,e mi sento stupida,come è giusto che sia per chi fa cose stupide.
ieri,per la prima volta da quando vado in terapia,mi sono sentita a disagio...quasi vergognata.
la mia cara dottoressa C.per la prima volta da quando la frequento,era senza parole.
e lo ero anche io...balbettavo dicendo..."non so...non capisco...forse sì...ma non sono sicura...forse no...non sono sicura...credo di sì...boh..."
che scena triste.
oggi scrivo e non so perchè,in effetti.
potrei smettere di scrivere e amen.
chiudere il blog o abbandonarlo,
dimenticandolo....
come un vestito smesso,
un fiore appassito,
un libro noioso.
potrei smettere di scrivere,sì.
ma non posso,perchè il bisogno di SCRIVERE per me è sempre stata un'esigenza primaria,non un passatempo.
sono a pezzi.
a pezzettini,sparsi qua e là e la fatica di rimetterli insieme è troppa,per ora...
li lascerò così,sparpagliati in giro,schegge di me che non trovano più una collocazione,nè un senso.
ma ho un senso?mi prenderei a sberle,per quanto mi faccio incazzare.
ma oggi no.
domani,forse...
non si capisce niente in questo post,lo so.
ma io capisco.
eccome.

sabato 12 maggio 2012

W.Szymborska


Addio a una vista

da "La fine e l'inizio"

Non ce l'ho con la primavera
perché è tornata.
Non la incolpo
perché adempie come ogni anno
ai suoi doveri.

Capisco che la mia tristezza
non fermerà il verde.
Il filo d’erba, se oscilla,
è solo al vento.

Non mi fa soffrire
che gli isolotti di ontani sulle acque
abbiano di nuovo con che stormire.

Prendo atto
che la riva di un certo lago
è rimasta - come se tu vivessi ancora -
bella come era.

Non ho rancore
contro la vista per la vista
sulla baia abbacinata dal sole.

Riesco perfino ad immaginare
che degli altri, non noi
siedano in questo momento
su un tronco rovesciato di betulla.

Rispetto il loro diritto
a sussurrare, a ridere
e a tacere felici.

Suppongo perfino
che li unisca l'amore
e che lui la stringa
con il suo braccio vivo.

Qualche giovane ala
fruscia nei giuncheti.
Auguro loro sinceramente
di sentirla.

Non esigo alcun cambiamento
dalle onde vicine alla riva,
ora leste, ora pigre
e non a me obbedienti.

Non pretendo nulla
dalle acque fonde accanto al bosco,
ora color smeraldo,
ora color zaffiro,
ora nere.

Una cosa soltanto non accetto.
Il mio ritorno là.
Il privilegio della presenza -
ci rinuncio.

Ti sono sopravvissuta solo
e soltanto quanto basta
per pensare da lontano.

ringraziamenti

sai una cosa?
(ricordi questa frase, tratta dal "nostro libro-culto":PER LETTERA,che tanto ti aveva entusiasmato,allora,e che mi nominavi così spesso...)
sai una cosa?
è finita.
è finita,ste e io ne sono finalmente fuori.
FUORI,capisci?
dopo quasi tre anni,posso dirti che sei un ricordo,che sei IL PASSATO,che sei un uomo come gli altri,ma che mi ha fatto tanto male,pur amandomi follemente...
è finita,e io ora ne sono sicura.
perchè dopo il dolore arriva la rabbia,e dopo la rabbia arriva la ragione.
avevo bisogno di un uomo accanto e ti sei negato per sei anni,e dicevi di amarmi,ma COME?
stavi progettando un futuro per noi ma nn me lo hai detto("volevo farti una sorpresa"minchia,ma mi prendi per scema?),lasciandomi nell'angoscia della precarietà,ad aspettare il NULLA.
mi hai massacrato la vita da un certo punto in poi,e io ho creduto di impazzire,
ma nn sono impazzita...
le ultime volte che ci siamo sentiti fecevi lo splendido dicendomi "TVB",e rassicurandomi che se ho bisogno,tu ci sei sempre,per me.
MA DOVE?MA QUANDO?
(venditore di fumo...narratore di favole...architetto fantasioso di sogni di vetro soffiato...)
ma certo è giusto così,ormai hai la tua vita,io nn sono che un bel pensiero che ti sfiora di tanto in tanto,e che con sollievo accantoni,mentre ti godi la tua ritrovata libertà,la tua rinnovata felicità con una donna che nn sono io,ma che(guarda caso) un po' mi somiglia..
bravo,
sei anche stato fortunato però.
rancore?
forse un po',ma è un rancore sano,perchè mi aiuta a vedere ciò che ho davvero perso:un uomo in fondo fragilissimo,morbosamente geloso,che per anni ha molto PARLATO,ma senza arrivare a costruire niente,anzi.
sai una cosa ste?
voglio ringraziarti,qui,perchè so che leggerai.
GRAZIE PER AVERMI LASCIATO,
la mia vita ha preso una direzione che altrimenti nn avrebbe mai preso,e ora sono un'altra persona.
nn più dipendente,nn più lacrimosa,nn più eternamente infelice:
sto imparando a camminare da sola,e sono fiera di me...
grazie per avermi lasciato,
ora so veramente chi sono e cosa voglio.
FINALMENTE.

vinicio e l'amore


dimmelo ancora

La frase più bella d’amore
è “dimmelo ancora”,
voglio lasciarla dire a te.
La frase più bella d’amore è
“la frase più bella d’amore
è dimmelo ancora”,
voglio lasciarla dire a me.
E così le nostre parole d’amore
non finiranno mai,
e così noi
non finiremo mai.


Alessandro Mazzà

mercoledì 2 maggio 2012

money

a fine mese,io scrivo una mail a mio marito(non ex,perchè si diventa ex coniugi solo dopo il divorzio)con la lista delle spese extra sostenute per la figlia.
questo mese nella lista c'erano venti euro che io avevo dato alla ragazzina per i biglietti di entrata al museo della gita a firenze fatta due settimane fa.
siccome nel diario della bambina i prof hanno fatto scrivere che venivano restituiti(di quei venti)quattro euro e cinquanta che erano avanzati,e siccome LUI controlla con dovizia il diario tutti le domeniche,mi ha decurtato quei 4,50 euro restituiti,che cmq io ho lasciato a mia figlia.
ecco,questo è l'uomo che ho sposato,venti anni fa.
e che,ancora oggi,mi sbalordisce per l'aridità dei suoi comportamenti.
MA SI POSSONO CHIEDERE INDIETRO 4,50 EURO?
poi,se gli dico che è un poveraccio,mi urla contro.
mah.
ci tengo a dire che prende uno stipendio più che buono e che,essendo tornato a vivere con mammà,divide con lei tutte le spese ordinarie e non.
capito?
lui le divide con la mamma e mi chiede indietro 4,50 euro,io invece,PAGO TUTTO DA SOLA.
potrei raccontarne di tutti i colori ma mi ci arrabbierei così tanto che farebbe male a me...
quindi,
lasciamo stare....

martedì 1 maggio 2012

lui dice che...

...che mi regalerà solo felicità,come è successo ieri,nella sua minuscola mansarda,dentro quel letto illuminato dal sole che tramontava sulla vallata...
lui dice che dobbiamo prendere quello che viene,ed esserne felici, perchè il presente è un dono ed è tutto quello che abbiamo,è tutto quello che esiste.
dice che spera che io riesca a vivere bene i momenti che passiamo insieme,e che non mi creino frustrazione,difficoltà e malessere...
"quando ci rivedremo io non lo so ma so che quando avverrà,da parte mia ci sarà tutto il coinvolgimento che hai finora conosciuto..."
ecco,il msg sarebbe stato perfetto,se non ci fosse stata quella piccolissima frase...quella specie di AVVERTIMENTO,palese,buttato lì come un campanello d'allarme,una lucetta rossa che lampeggia per ricordarmi che NIENTE ASPETTATIVE,NIENTE APPUNTAMENTI.

ecco,questa è la storia:
non c'è storia.

no,no,non mi lamento certo...ho accettato la cosa senza troppi patemi d'animo ormai,perchè è verissimo che quando siamo insieme,lui mi dà solo felicità...

ma possibile che sia così COMPROMETTENTE dirsi:ci vediamo domani...dopodomani,tra una settimana,domenica prossima,tra quindici giorni?
evidentemente questo "cadenzare",esprimendoli a parole,i nostri incontri,farebbe rientrare il nostro "non-rapporto"dentro la definizione di "rapporto".
infatti,coloro che "stanno insieme"si danno appuntamenti,o perlomeno pianificano a breve termine quando sarà la prossima volta.
anche perchè si suppone che chi sta così bene insieme da darsi solo FELICITA',non veda l'ora di darsela di nuovo.
O NO????

emily dickinson

Tutti hanno diritto al mattino,
alla notte solo alcuni.
Alla luce dell'aurora
pochi eccelsi privilegiati.

elenco di prodotti non testati sugli animali

http://intofreakshow.wordpress.com/2011/10/30/prodotti-non-testati-sugli-animali-lista/




tutti DOBBIAMO E POSSIAMO fare moltissimo per eliminare i test sugli animali e le relative pratiche pseudo-scientifiche che queste povere creature subiscono.
                                                                       
                                                  DIFFONDETE.

buon primo maggio a tutti