giovedì 23 agosto 2012

fine del viaggio

ho deciso di abbandonare il blog.
forse non è il tipo di "cosa"che fa per me.
leggo blog bellissimi,fantasiosi,intelligenti,ironici.
io non lo so (più) fare.


non scriverò più,
o forse tra qualche tempo riprenderò,
magari altrove...
ma anche no.

saluto con affetto coloro che in questo tempo,breve,
mi hanno letta,
li ringrazio per il calore con il quale
hanno commentato i miei scritti,
ma sono stanca,
e non ho più nulla da dire.

auguro
buon vento a tutti...

mercoledì 22 agosto 2012

patrizia valduga


Lo so benissimo che non è amore
 
Lo so benissimo che non è amore,
che ama solo se stesso,
che è l'ennesima replica al dolore,
un da capo senza coda né nesso,
che non ha amore, che è un bambino vecchio,
che sono sola davanti a uno specchio.

gatto nel lavabo



..quando fa molto caldo,
bisogna pur trovare un posto dove stare...

per un'ora d'amore




"...e per un'ora d'amore 
venderei anche il cuore..."

dorothy parker legge "resumè"






I rasoi fanno male; i fiumi sono freddi;
l’acido macchia; i farmaci danno i crampi.

Le pistole sono illegali; i cappi cedono;
il gas fa schifo. Tanto vale vivere.

amy (LIVE)


martedì 21 agosto 2012

cat therapy

mi sono resa conto che in questi torridi giorni d'agosto parlo molto spesso di gatti...anche su fb,ci siamo scambiati con l'autore della foto de"i gemelli"alcune informazioni su queste creature bellissime,che vivono nel nostro quartiere,e io gli ho suggerito due libri deliziosi,che ho messo qui,su cui ho trovato consigli,riflessioni e osservazioni molto interessanti sui gatti e il loro modo di vedere il mondo,ed abitarlo.

poi,guarda caso,ho postato anche una canzone di Cat Power...

insomma,la mia "anima gatta" in questo periodo è molto sensibile a ciò che succede a tutti gli esseri viventi indifesi ed inermi,e vedo in rete cose orribili,vere torture fatte subire agli animali.

una scrittrice italiana ha postato una foto di un cavallo del Palio di Siena ferito e morente,o forse addirittura morto,e nel post diceva "VERGOGNA".
nonostante io condivida in pieno lo sdegno per questo "spettacolo"assurdo e pericolosissimo per persone e cavalli,non ho avuto il cuore di condividere,per evitare che mia figlia vedesse quella foto.
lei ha iniziato da un anno a prendere lezioni di equitazione,e avere a che fare con i cavalli l'ha aiutata a superare un brutto periodo in cui era chiusa in se stessa e non comunicava più con nessuno,arrivando addirittura a ferirsi da sola...
anche con l'aiuto di una psicoterapeuta infantile si è lasciata alle spalle quel brutto momento,e ora è innamorata dei cavalli...quindi,ho preferito non vedesse.


domenica 19 agosto 2012

i gemelli


ringrazio  il mio amico Stefano Felice Guidi....
questa è una sua foto e sarà per me un prezioso ricordo del micio che nn c'è più....

quei giorni che iniziano male...

oggi era la GIORNATA DELLA DOCCIA,sì,perchè per chi nn lo sapesse,gli adolescenti nn amano moltissimo LAVARSI,e quindi bisogna patteggiare un giorno equo e adeguato per farsi la doccia.

quindi,s'è scelta la domenica,dimenticando che alle undici e mezza arriva papà per portare la ragazzina a casa sua(la domenica stanno insieme,ma mezza giornata,perchè una giornata intera pare troppo!vabè,lasciamo perdere).

oltre alla lite furibonda per il fatto che la crema per depilarsi NON HA SORTITO EFFETTO ALCUNO (o'ma mica la fabbrico io,la fa la VEET!),la piccola belva si è ripetutamente rifiutata di mettersi il balsamo sui capelli,che ho comprato apposta perchè sennò i suoi capelli sembrano una criniera leonina...
poi,l'ho convinta (GRAZIEADDIO) e finalmente si è messa seduta al sole sul balcone ad asciugarsi.

nel frattempo ho cercato di dare una sistemata al bagno,che sembrava devastato da un'alluvione:poco tempo,risultati penosissimi,e sono dovuta uscire perchè è finito il lyseen (per me è come un salvavita).
sul sito del comune le farmacie di turno arrivano fino alla data di ferragosto,dopodichè TE LA PRENDI IN QUEL POSTO..oppure ti metti a telefonare a tutte le farmacie finchè nn ti risponde quella APERTA.
così ho fatto.

torno a casa,stravolta dal caldo e devo ancora finire di preparare i cannelloni (no,in realtà ci devo solo mettere sugo e parmigiano sopra,perchè sono già fatti),ma la piccola belva strepita perchè dice che DEVO AIUTARLA A DEPILARSI LE GAMBE  sennò nn può mettersi i pantaloncini di jeans.
impossibile descrivere tutto ciò che è accaduto dopo:lei nn lo sa fare,dice che si taglia e così mi sono messa lì con la santa pazienza e un rasoio apposito (quello con lo strato di sapone attorno alla lama,secondo me una genialata mica da poco!).
finalmente la convinco a sciacquarsi:l'opera nn è impeccabile ma per essere quasi mezzogiorno direi che ci possiamo accontentare:ci possiamo accontentare?io sì,ma lei no...OVVIO!
SUONA IL CITOFONO:è PAPA'.

lei ci mette un altro quarto d'ora per finire di vestirsi-preparare lo zaino-cercare la chiave-rispondere a tre o quattro sms-infilarsi le scarpe.

FINALMENTE ESCONO DI CASA.
a me sembra di avere dieci anni di più..........................................................................................................

sabato 18 agosto 2012

la Gatta

Le davo da mangiare ormai da un po',quando lei è rimasta incinta,ha partorito 3 piccoli che portava tutti e tre a mangiare vicino al mio box,dove lasciavo per loro sempre e solo cibo secco,per non sporcare più di tanto,mettendolo sempre dentro ciotoline o contenitori di alluminio,e rimuovendo sempre i resti.
Un bel giorno il proprietario del bar accanto al mio portone mi dice che la gatta ha aggredito e inseguito una signora col suo cane (la "signora"porta sempre il suo cane a fare i bisogni nella strada dove si trova il mio box,e naturalmente,non raccoglie MAI gli escrementi della sua bestiola,ma li lascia lì,a imperitura memoria)...Immaginare la scena mi ha suscitato ilarità e una certa soddisfazione,visto che la "signora"non mi è affatto simpatica,perchè la trovo maleducata e incivile.L'aggressività della gatta deve essere stata provocata dal cane che ha cercato,probabilmente,di appropriarsi del cibo destinato alla gatta e ai suoi piccoli,ed ecco spiegata la sua reazione istintiva di madre.La signora è venuta a lamentarsi con me,un giorno che passava,e mi ha detto che non si può dare da mangiare ai gatti tutti i giorni e in tali quantità:un po' di croccantini una volta ogni tanto va bene,ma tutti i giorni...NON E'POSSIBILE!!!e ha aggiunto che il veterinario del comune si era espresso appunto contro questa insana abitudine,ed era venuto a vedere di persona(se,vabbè...).
Ho cominciato a pensare che a qualcuno poteva dare molto fastidio quella situazione,anche alla luce del fatto che la gatta aveva partorito di nuovo,nel frattempo.
Ho deciso in quattro e quattr'otto,ho parlato col veterinario che cura i miei gatti,e ci siamo accordati così: appena fossi riuscita a prendere la gatta e infilarla in un trasportino,lui l'avrebbe sterilizzata subito.Detto fatto.Ho scritto un biglietto e l'ho attaccato accanto al mio box per rassicurare tutti coloro che potevano essere preoccupati per l'aggressività della gatta,ora che era stata sterilizzata si sarebbe molto tranquillizzata.
Qualche spiritoso mi ha risposto,attaccando un altro foglio sotto al mio,e ironizzando sulla "preziosa lezione di etologia" che avevo dispensato,ha chiesto:MA VISTO CHE LA GATTA E'RANDAGIA,CHI HA PROVVEDUTO A PAGARE L'INTERVENTO?
ho lasciato cadere la cosa: la faccenda stava diventando ridicola...
Ora LEI è la padrona del vicolo,e della strada tutta:l'avete vista,è BELLISSIMA...Ogni tanto si fa fare due coccole,ma solo quando è di ottimo umore.altrimenti,niente.E'fatta così...


0sho

- Ricorda: l'opposto dell'amore non è l'odio, ma è la paura.
 L'odio è amore a testa in giù, non è l'opposto dell'amore.
 Il vero opposto dell'amore è la paura. 
Quando ami ti espandi; quando hai paura ti rattrappisci. 
Quando hai paura ti chiudi; quando ami ti apri. 
Quando hai paura ti assalgono i dubbi; quando ami hai fiducia. 

cat power(where is my love)


emily

Angeli vedi nella prima luce 
tra la rugiada curvarsi,
cogliere e volar via con un sorriso:
crescon per loro i fiori?

Angeli vedi quando il sole infuria
tra le sabbie roventi,
cogliere e volar via con un sospiro:
ed i fiori avvizziti con sè portano.

venerdì 17 agosto 2012

saffo (klimt)


merini

E piu' facile ancora


E più facile ancora mi sarebbe
scendere a te per le più buie scale,
quelle del desiderio che mi assalta
come lupo infecondo nella notte.

So che tu coglieresti dei miei frutti
con le mani sapienti del perdono...

E so anche che mi ami di un amore
casto, infinito, regno di tristezza...

Ma io il pianto per te l'ho levigato
giorno per giorno come luce piena
e lo rimando tacita ai miei occhi
che, se ti guardo, vivono di stelle. 

more than this


la scena finale di "Lost in translation": ci sono varie ipotesi riguardo ciò che Bill dice a Scarlet nel loro ultimo(?)incontro...infatti si sente lui sussurrare qualcosa,ma cosa?
Peccato nn si possano leggere le labbra di Bill mentre parla,forse così potevamo tentare di capire...

a street cat named bob

james bowen ha scritto un libro che si intitola "a spasso con bob"e che racconta la storia di un uomo(se stesso)e un gatto (bob) che si salvano la vita a vicenda...
da consigliare a tutti coloro che amano i gatti...

(grazie a Mrs B per questo post,altrimenti nn sarei mai venuta a conoscenza di questa storia)

giovedì 16 agosto 2012

empty

alzarsi la mattina

e sentire

solo

il vuoto.

vuoto di senso...


...senso di vuoto.


mercoledì 15 agosto 2012

YOU


alessandro mazzà

ascoltando le voci capivi quanti anni aveva la strada o quanta ancora ne avevi da fare
fermandoti seminavi una domanda dopo un’altra come appena nati lasciamo terra alle ninfee dove mettiamo orme
la mano ruba al sorriso che ruba al tempo che ruba al travestimento
fingendo di scomparire da una storia ad un’altra scrivevi il passo che è tutto ciò che di te e di se stesso si dice al tuo stesso passo nuovo
ridendo alzavi inutilmente tutti i veli enfatici impotenti bellissimi delle attese e del silenzio

pat metheny


da"fiore di poesia"

Ascolta,il passo breve delle cose
-assai più breve delle tue finestre-
quel respiro che esce dal tuo sguardo
chiama un nome immediato:la tua donna.
E' fatta di ombre e ciclamini,
ti chiede il tuo mistero
e tu non lo sai dare.

Alda Merini

domenica 12 agosto 2012

cesare pavese






Notturno
 
La collina è notturna, nel cielo chiaro.
Vi s'inquadra il tuo capo, che muove appena
e accompagna quel cielo. Sei come una nube
intravista fra i rami. Ti ride negli occhi
la stranezza di un cielo che non è il tuo.
 
La collina di terra e di foglie chiude
con la massa nera il tuo vivo guardare,
la tua bocca ha la piega di un dolce incavo
tra le coste lontane. Sembri giocare
alla grande collina e al chiarore del cielo:
per piacermi ripeti lo sfondo antico
e lo rendi più puro.
 
Ma vivi altrove.
Il tuo tenero sangue si è fatto altrove.
Le parole che dici non hanno riscontro
con la scabra tristezza di questo cielo.
Tu non sei che una nube dolcissima, bianca
impigliata una notte fra i rami antichi.










 

tagore


Le nuvole tramano
(Rabindranath Tagore Calcutta, India 6/5/1861 - Santiniketan, India 7/8/1941 - Premio Nobel per la letteratura 1913)

Le nuvole tramano
per fare prigioniera la luna:
la luna suona la conchiglia magica.
Al suono incantato svaniscono le tenebre;
le nuvole navigano bianche
come schiuma, al chiaro di luna.

neruda

Due amanti felici

Due amanti felici fanno un solo pane, 
una sola goccia di luna nell'erba, 
lascian camminando due ombre che s'uniscono, 
lasciano un solo sole vuoto in un letto. 

Di tutte le verità scelsero il giorno: 
non s'uccisero con fili, ma con un aroma 
e non spezzarono la pace né le parole. 
È la felicità una torre trasparente. 

L'aria, il vino vanno coi due amanti, 
gli regala la notte i suoi petali felici, 
hanno diritto a tutti i garofani. 

Due amanti felici non hanno fine né morte, 
nascono e muoiono più volte vivendo, 
hanno l'eternità della natura.

sabato 11 agosto 2012

ESTATE

C'è un giardino chiaro, fra mura basse, 
di erba secca e di luce, che cuoce adagio 
la sua terra. È una luce che sa di mare. 
Tu respiri quell'erba. Tocchi i capelli 
e ne scuoti il ricordo. 
Ho veduto cadere 
molti frutti, dolci, su un'erba che so, 
con un tonfo. Così trasalisci tu pure 
al sussulto del sangue. Tu muovi il capo 
come intorno accadesse un prodigio d'aria 
e il prodigio sei tu. C'è un sapore uguale 
nei tuoi occhi e nel caldo ricordo. 
Ascolti. 
La parole che ascolti ti toccano appena. 
Hai nel viso calmo un pensiero chiaro 
che ti finge alle spalle la luce del mare. 
Hai nel viso un silenzio che preme il cuore 
con un tonfo, e ne stilla una pena antica 
come il succo dei frutti caduti allora. 
Cesare Pavese 

emozione

"Milioni di persone si sono emozionate alla vista della foto scattata e postata su Facebook dalla fotografa Hannah Stonehouse Hudson, che ritrae un cane di 19 anni, affetto da artrite, fare il bagno nel Lake Superior, nel Nord America, con il suo padrone, John. Ogni sera Schoep, questo il nome dell’animale, si addormenta così, perché l’acqua, tanto più quando è calda, lenisce il dolore. Una storia commovente, che corona un lungo rapporto tra padrone e animale: John Ungerha accolto il cane da cucciolo, quando aveva 8 mesi. Sono trascorsi 19 anni in cui hanno condiviso tutto. La foto, postata su Facebook la scorsa settimana, è stata vista 2 milioni di volte, e ha ricevuto più di 200.000 "mi piace"."
(da Yahoo)

romeo and juliet(live)


venerdì 10 agosto 2012

peanuts


la notte di san lorenzo

nonostante si dica ormai da anni che le "stelle" cadono nei giorni successivi al 10 agosto,per me la notte di san lorenzo continua ad avere un significato quasi magico...andrò a scrutare il cielo anche quest'anno,perchè cmq almeno una di queste meravigliose scie di luce e di fuoco nel cielo,ne sono certa,riuscirò a vederla...esprimere desideri?no,è finito il tempo....anche se,confesso,l'ho fatto fino a qualche anno fa: nn perchè credessi che i miei sogni potessero avverarsi solo perchè un meteorite aveva solcato il cielo nero proprio mentre posavo gli occhi per caso su quell'angolo di volta celeste...ma perchè era bello...era un po' come tornare bambini,e credere nella magia,credere nel potere dei sogni....ma sì,forse stanotte lo farò di nuovo...quando andrò al solito posto,e starò lì,con gli occhi all'insù,finchè nn mi farà male il collo...
e tu? 
ci andrai?

giovedì 9 agosto 2012

da "Il Fatto Quotidiano"(APPELLO)



Siamo già a 20mila adesioni in poche ore! Firma anche tu l'appello del Fatto a sostegno dei magistrati sotto assedio, per rompere il silenzio.
FIRMA ANCHE TU --->http://bit.ly/firme_fatto

sull'amore (OSHO)

“Relazione significa qualcosa di completo, finito, chiuso. L’amore non è mai una relazione; l’amore è relazionarsi. È sempre un fiume che scorre all’infinito. L’amore non conosce fine; la luna di miele inizia ma non finisce mai. Non è come un romanzo che inizia a un certo punto e finisce in un altro punto. È un fenomeno continuo. Gli amanti finiscono, l’amore continua. È un continuum. È un verbo, non un nome. E perché riduciamo la bellezza del relazionarsi in una relazione? Perché abbiamo così tanta fretta? Perché relazionarsi non è sicuro, e la relazione è una sicurezza, la relazione dà certezza. Il relazionarsi è solo un incontro di due estranei, forse solo per una notte e la mattina dopo ci diciamo addio. Chi sa cosa succederà domani? E abbiamo così tanta paura che vogliamo renderlo certo, vogliamo renderlo prevedibile. Vorremmo che il domani fosse come ce lo aspettiamo; non gli lasciamo la libertà di dire la sua. Allora riduciamo immediatamente ogni verbo a un nome. 


“In effetti sembra molto contraddittorio, paradossale, affermare che: “L’amore porta solitudine”. Hai sempre pensato che l’amore portasse a stare insieme. Non dico che non porti a stare insieme, ma, a meno che tu non sia solo, non puoi stare insieme. Chi starà insieme? Servono due persone per stare insieme, servono due persone indipendenti per stare insieme. Lo stare insieme sarà ricco, infinitamente ricco, se entrambe le persone sono completamente indipendenti. Se dipendono l’uno dall’altra non è stare insieme, è una schiavitù, è un legame. 

joan as policewoman


martedì 7 agosto 2012

il libro

La storia di una donna abituata a «esistere sempre in punta di piedi, sul ciglio estremo del mondo».
Con la leggerezza e la ferocia di una favola, Mariapia Veladiano racconta la crudeltà della natura, la fragilità che può diventare odio, la potenza della passione e del talento.
(dal sito di einaudi)

La vita accanto

lunedì 6 agosto 2012

tutti i miei sbagli


UOMINI?NO,GRAZIE.

io voglio una sola risposta:
MA GLI UOMINI,SONO TUTTI COSI'??

niente impegno,niente responsabilità,niente legami.

bello,sì,e poi si lamentano che non ci siano donne disposte a "condividere",a fare "un pezzo di strada insieme"(bella e usatissima anche questa:ma,scusate,mica dobbiamo andare a fare il Cammino di Santiago de Compostela!...è un rapporto a due,mica una maratona!)

ho una serie di parolacce che mi vengono in mente in questo periodo ma che naturalmente non ESTERNO qui.
lasciate viaggiare la fantasia....................................................................................................................

sabato 4 agosto 2012

dice eugenia...


..."in amore vince chi ama...
chi fugge non sa cosa si perde" 

anna calvi


paranoie d'estate

lui mi guarda e mi fa:
-da febbraio hai perso sei chili
-sette-lo correggo io
-SETTE,e hai il coraggio di venirmi a dire che non sei fiera di te sessa?
-vabè, il merito è tuo...(mi odio quando faccio così,ma nn so evitare)
-ma come sarebbe,diciamo che ti ho aiutato ma il resto,tesoro,lo HAI FATTO TU!
(innegabile,ma lo stesso nn sembra abbastanza)
mi guarda,come si guarda una bambina testona che nn afferra un concetto semplice.
-nn ti capisco...-dice
-figurati io...
(sospira)
-se tu credi che qualcuno o qualcosa possa darti la felicità che cerchi,ti sbagli di grosso...-dice
-sì,sì...lo so,ora mi dirai che la felicità è già dentro di me,e devo solo CAPIRE QUESTO CONCETTO SEMPLICE...
-nn ti sto facendo una lezione,nè una ramanzina
-a me pare di sì...-mormoro,guardando altrove
(sospira di nuovo,stavolta con più nervosismo)
-va bene,hai detto che vuoi mollare tutto,FALLO!
(silenzio:lo guardo da sotto in su,visto che io sono seduta sulla seggiolina gialla della Chicco e lui su una sedia normale...sto valutando il suo grado di sopportazione alle mie c*****e)
-ma no,nn dico questo...
-e allora cosa dici?FAMMI CAPIRE,C***O!

ci sono giorni che nonostante mi ripeta di continuo che "tutto va bene","che nn mi manca niente","che l'universo lavora per la mia felicità",io mi sento una cacca.

vabè,
adesso l'ho detto.
cerco di capire,cerco di reagire,cerco di SORRIDERE,ma sembra tutto finto.

-in questo modo tu fai sentire inutili anche coloro che ti stanno accanto e ti vogliono bene
(ecco,lo sapevo,ora ci aggiungiamo anche il senso di colpa...)
-coloro che mi vogliono bene...-ripeto,come se il concetto nn fosse chiaro
-CERTO!-esclama,e poi dopo tre secondi o quattro,mi accarezza i capelli...
(chiudo gli occhi,appoggio le guancia nella sua mano grande...ecco:questo è già qualcosa che mi fa sentire MOLTO meglio...)
-va bene,ne parliamo domani,ok?ti va di stare con me domani?-mi dice,quasi sottovoce
-sì -rispondo,ma resto con gli occhi chiusi,e la sua mano scivola nella mia.
-va bene,ora vado devo fare ancora un sacco di giri...
-ciao
-e fammi un sorriso,che quando sorridi sei bellissima!
-certo...
(mi invento un sorriso lì per lì,del quale si accontenta perchè capisce che in quel momento non potevo fare di meglio)
-a domani
-a domani

snoopy


venerdì 3 agosto 2012

chicco e trilly

Sembrerebbero una coppia di mici innamorati,e invece no:stanno controllando da ore un uccellino che,caduto dal nido,avevo raccolto e messo in una gabbia sul terrazzo di casa mia.Ovviamente il terrazzo è stato per loro off limits finchè il piccolo pennuto,nutrito regolarmente dalla madre,ha potuto riconquistare il cielo...
(foto già postata nel mio vecchio blog di splinder,è ora il mio salvaschermo sul cellulare...)

SONO O NON SONO 
BELLISSIMI????

wislawa szymborska


Vestiario

da "Gente sul ponte"

Ti togli, ci togliamo, vi togliete
cappotti, giacche, gilè, camicette
di lana, di cotone, di terital,
gonne, calzoni, calze, biamcheria,
posando, appendendo, gettando su
schienali di sedie, ante di paraventi;
per adesso, dice il medico, nulla di serio
si rivesta, riposi, faccia un viaggio,
prenda nel caso, dopo pranzo, la sera,
torni fra tre mesi, sei, un anno,
vedi, e tu pensavi, e noi temevamo,
e voi supponevate, e lui sospettava;
è già ora di allacciare con mani ancora tremanti
stringhe, automatici, cerniere, fibbie,
cinture, bottoni, cravatte, colletti
e da maniche, borsette, tasche, tirar fuori
-sgualcita, a pois, a righe, a fiori, a scacchi- la sciarpa
riutilizzabile per protratta scadenza.

non basta niente


mercoledì 1 agosto 2012

meraviglie







....quando mi sfiori le labbra con le dita,
e mi abbracci tutta intera,con gli occhi...

klimt


se tu fossi

Se tu fossi
(Zehor Zerari poetessa algerina del '900)

Se tu fossi un edelweiss
Io scalerei
La montagna azzurra
Per coglierti
Se tu fossi un fiore acquatico
Io mi tufferei nelle verdi
Profondità sottomarine
Per prenderti
Se tu fossi un uccello
Io andrei
Nelle immense foreste
Per ascoltarti
Se tu fossi una stella
Io veglierei
Tutte le mie notti
Per vederti
Libertà.

(1958)





(grazie al mio amico Gemisto,iobloggo)

merini

"Non sono bella sono soltanto erotica"







così imparo!

allora,tutto è cominciato col fatto che,da marzo,sono dimagrita  sette chili:
"programma di nutrizione bilanciata,con la supervisione di O."

volevo semplicemente che le persone che nn mi vedono da un po' (ma con cui sono in contatto via fb) mi vedessero ADESSO,che sono tornata al mio peso originario.
così,mi sono scattata una foto col cellulare e l'ho messa nel profilo di fb (nel diario,per essere precisa).
il primo a commentare(maliziosamente come al solito)è stato un mio ex compagno di Scuola Interpreti,le cui parole mi hanno molto imbarazzato:avevo infatti deciso di togliere la foto (foto normalissima,ma con un vestito estivo di cui nn avevo valutato appieno la "pericolosa" scollatura...)
poi ci si è messa mia cugina,che ha ricordato le nostre estati a terracina e il discreto successo che avevo con i ragazzi,dovuto anche (forse) al mio decolletè,e giù a fare battute,seppur con garbo...
che cretina.
mia figlia dice che col photoshop si riesce a sistemare anche una scollatura...troppo scollata!ma che lei non è capace di farlo...SOB...:-(
che faccio adesso?la tolgo?toglierla adesso sarebbe forse peggio che averla messa...tanto ormai...
me ne frego?il fatto è che, fosse per me,mi sarei fatta operare,ma so che l'operazione ha postumi molto dolorosi,e si perde anche sensibilità,e così ho rinunciato.

cioè.
la foto sembra messa lì apposta per far vedere l'unica parte di me che non è DIMINUITA...e pensare che ci contavo tanto!!!!!
pare che per alcune donne,col passare degli anni,il seno anzichè ridursi...cresce!
ecco,ci mancava pure questa:
UNA AUTENTICA MALEDIZIONE.

una canzone per te...come non è vero,sei TE!


show me the place